Urbanittica
Loading the player...

Massimo Catalani (Roma, 1960)

Da diversi anni, in seguito a un incontro casuale con Paolo Fanciulli, ho sposato il progetto della Casa dei Pesci. Ho voluto trasmettere la sinergia del progetto anche nell'ideazione delle mie opere, con le quali partecipo alla sua attività.
Nel 2013 a Villa Torlonia in Roma il primo evento, seguito nel 2014 da quello di Barga, iniziative pubbliche dal fondamentale carattere relazionale e partecipativo, che hanno dato origine a due progetti: una installazione ambientale affascinante e complessa, la Piazza con il monolite centrale Ittico obelisco, e l'imponente Ziggurat. In entrambi i casi il mio intervento decisivo si esprime attraverso l’incisione nel marmo di caratteristici pesci luminescenti, simbolo tradizionale di rinascita e vita, che riescono ad esprimere felicemente e compiutamente la sostenibilità della mediazione tra evoluzione tecnologica (vernice chimica) e rispetto della natura (materiale lapideo).
Il progetto prevede un'ultima fase che abbraccia l'architettura e riproduce sott'acqua quello che è avvenuto in terraferma: ho deciso così di riunire tutto il mio intervento, tra arte pubblica e scultura, sotto il nome di Urbanittica, che rende merito allo sforzo di tutte le persone che hanno partecipato alla realizzazione delle sculture.
Atlantide, dal nome della città sommersa, è la terza fase di questo progetto ecologico e condiviso che ricrea una piazza imitando l'architettura latina con l'obelisco al centro e utilizzando dodici blocchi in marmo che ricordano Stonehenge per delimitare una virtuale agorà, aperta al vento e ai forestieri e, naturalmente, ai pesci.
Architetto di formazione, dagli anni Ottanta ho scelto la pittura come forma espressiva. Nel decennio successivo, in un momento di grande riproposizione dell’arte concettuale, ho deciso per contrasto di indagare una nuova figurazione, ironica e corrosiva, in grado di esaltare i caratteri più banali della contemporaneità, come se i “ready made” meritassero infine di essere oggetto di una irriverente e demistificante rappresentazione pittorica. In particolare, i soggetti scelti fanno riferimento agli alimenti e alle pietanze della cucina popolare, per poi indagare la dimensione domestica e rassicurante della natura e delle architetture, intesi come luoghi dell’abitare e del confronto, e quindi dello sviluppo sociale e solidale. Con il passare degli anni, con il riconoscimento internazionale e con il disimpegno ideologico, ho scelto di adottare tecniche artistiche sperimentali (dipingendo con il vino; modellando insieme sabbia, terre naturali e polvere di marmo; dipingendo con sostanze visibili solo al buio) e ho maturato una nuova urgenza espressiva, quella di impegnarmi in battaglie di civiltà come quella ambientalista, che mi hanno portato ad aderire al progetto de La Casa dei Pesci.

 

Come Funziona square

Esegui il login per poter commentare

Nessuna donazione ricevuta
Dona per primo!

31-03-2019

Fine Campagna

13-04-2017

Inizio Campagna

Raggiunti €
0,00
Obiettivo €
36.000,00
0.00% Fondi raccolti

Data scadenza: 31-03-2019


Squalo al vino e caffe

Dipinto di Massimo Catalani, 2015; vino e caffè su carta d'acquerello; cm 10x5,

Venduti 0 / 1

Balenottero

Dipinto di Massimo Catalani, 2014; vino e caffè su carta d'acquerello; cm 9x5.

Venduti 0 / 1

Balena

Dipinto di Massimo Catalani, 2016; carboncino su carta da spolvero; cm 30x40.

Venduti 0 / 1

Balena

Dipinto di Massimo Catalani, 2016; carboncino su carta da pacchi; cm 30x40.

Venduti 0 / 1

Balena

Dipinto di Massimo Catalani, 2016; carboncino su carta da pacchi; cm 35x50.

Venduti 0 / 1

Ittico Obelisco

Bozzetto dell'opera Ittico Obelisco, scultura realizzata e messa in mare per La Casa dei Pesci, 2013; legno, marmo, pomice, sabbia vulcanica.

Venduti 0 / 1

Balena

Dipinto di Massimo Catalani, 2016; carboncino su carta da pacchi; cm 150x60.

Venduti 0 / 1

Maglietta Sostenitori

Con una donazione minima di 30 euro potrai ricevere la maglietta dell'Associazione Casa dei Pesci, simbolo del sostegno e della cooperazione che rendono grande il progetto.

Venduti 0 / 100

La nostra campagna

Perchè donare?

Perché il mare è una ricchezza di tutti. Ci impegniamo a preservare la natura con pratiche virtuose che privilegiano la cultura e il turismo sostenibile.
Aiutaci a proteggere i fondali marini della Maremma Toscana, a favorire il ritorno della posidonia e il ripopolamento ittico.

Un piccolo contributo

Un piccolo contributo di ciascuno di noi può fare una grande differenza. Anche il mare è fatto di piccole gocce!

Amore per il mare

Il futuro del nostro mare è nelle nostri mani: scendi in campo al fianco dei piccoli pescatori e degli artisti, che con i loro interventi in mare favoriscono il ripopolamento delle nostre coste.

Arte e natura

Aiutiamo la natura, e lo facciamo tramite l’arte. Il marmo utilizzato dai nostri artisti ci viene donato dalle Cave Michelangelo, attive già dal primo secolo A.C. Gli artisti mettono a disposizione il loro talento. Tu puoi contribuire alla messa in mare dei blocchi. Il contributo di tutti è la forza de 'La Casa dei Pesci'.

E tu non hai a cuore il futuro dei nostri mari?

Aiutaci con un piccolo contributo, insieme possiamo fare la differenza. Fai una donazione. Basta poco!