La casa dei pesci - IL PROGETTO / Il mare è anche la nostra casa.

IL PROGETTO / Il mare è anche la nostra casa.

Casa dei pesci mappa

La Casa dei Pesci è la realizzazione di un sogno, il sogno di Paolo Fanciulli, pescatore e ambientalista maremmano, la cui passione per il mare ha animato molte battaglie per la salvaguardia dell’ambiente marino, coinvolgendo empaticamente centinaia e centinaia di persone di tutto il mondo.
Il suo sogno è quello di creare uno spazio di sostenibilità tra natura e pesca, tra bellezza naturale e arte, tra protezione del mare e fruibilità; è quello di portare tutti a ‘guardare nel mare’ per scoprire che vi è tanta natura e bellezza che normalmente trascuriamo – in quanto invisibile – e per capire che il mare nostrum è ogni giorno depredato dalla pesca illegale, inquinato dai rifiuti tossici e dai detergenti chimici e cementificato.

Il Progetto ‘La Casa dei Pesci’ vuole creare nel Mare della Maremma:

  • un migliore livello di ripopolamento ittico nei fondali e in quelli a maggiore profondità anche proteggendoli dalla pesca illegale;
  • dei percorsi didattici marini per una fruizione più istruttiva dei tratti di costa più belli;
  • un giardino marino dell’arte nelle zone di balneazione, con sculture e installazioni che costituiscano un’attrazione per i cittadini e per il turista.

Il Progetto ‘La Casa dei Pesci’ favorirà lo sviluppo sostenibile dell’area che abbraccia il Parco Naturale della Maremma, riserva integrale e sito di Interesse Comunitario e Regionale.

Il Progetto ha suscitato l'interesse e la collaborazione attiva di un grande numero di associazioni culturali e ambientaliste (WWF Italia, Italia Nostra, Greenpeace, ecc.), di associazioni sportive, di molti Gruppi di Acquisto Solidale, di privati e di imprese con un ampio riscontro su tutto il territorio nazionale ed estero.

Il Progetto ha inoltre trovato il patrocinio del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto e il supporto della Regione Toscana, della Provincia di Grosseto, e dei Comuni di Grosseto, Orbetello, Castiglione della Pescaia e Magliano in Toscana, attraverso la Fondazione Grosseto Cultura per il coordinamento dell’intervento pubblico.

Fai tuo il nostro sogno e aiutaci a farlo diventare realtà’, perché la Maremma è ‘il luogo del cuore‘ per un incredibile numero di cittadini del mondo.

INVERSIONE DI ROTTA / Verso il cambiamento

L’anno di svolta è il 2006, quando la Regione Toscana, con una nuova sensibilità al futuro dell'ecosistema, attiva l’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Toscana (ARPAT) e la Provincia di Grosseto si mobilita per tutelare una delle sue risorse principali, il mare, attuando la messa in mare, rispettivamente, di dissuasori della pesca illegale e di barriere di ripopolamento ittico.
Purtroppo i finanziamenti disponibili non era sufficienti ad una salvaguardia completa, ma solo per creare alcune fasce di protezione.


Su questa base, Paolo Fanciulli, alla guida del Consorzio Piccola Pesca Monte Argentario, è intervenuto ottenendo il coinvolgimento di AGCI Agrital, di WWF Italia, Federazione Italiana Pesca Sportiva ed Attività Subacquee (FIPSAS), Comune di Orbetello e di molte imprese e associazioni locali, tantissimi cittadini, turisti italiani e stranieri, riuscendo così a finanziare la messa in mare, triplicando il numero di dissuasori nell’area costiera di fronte ai Monti dell’Uccellina.


In sintesi, questa sinergia d'intervento è riuscita a creare un’area in cui la pesca illegale è più difficile, la posidonia è tornata a fiorire e il mare si è ripopolato di pesci.
Infatti, già dopo qualche anno, la natura ha ripreso il sopravvento ed è per questo che abbiamo potuto sognare sempre più in grande: ampliare l’area di protezione da Talamone a Punta Ala, ricostruire gli anfratti naturali che offrono riparo ai pesci e costruire per loro una casa con opere artistiche capaci di spingere tantissimi turisti a mettere la testa sott’acqua e porre attenzione alla salvaguardia della natura sottomarina.

E tu non hai a cuore il futuro dei nostri mari?

Aiutaci con un piccolo contributo, insieme possiamo fare la differenza. Fai una donazione. Basta poco!